il digitale in sud Europa Nel 2017

Il digitale è il canale preferito per la promozione di nuovi prodotti o servizi e per la crescita del brand e della visibilità di molte startup.

Promuovere e vendere un servizio grazie al web, infatti:

  • costa molto meno dei media tradizionali
  • grazie a preziosi strumenti di web analytics può essere monitorata in breve tempo l’efficacia di una campagna e la stessa può essere modifica se non raggiunge gli obiettivi o presa ad esempio qualora superi le aspettative iniziali
  • permette ad aziende innovative ma con capitali limitati di proporre prodotti e/o servizi innovativi ad una platea globale pur senza investimenti a 6 cifre

Nelle slide pubblicate  sopra potrete vedere lo stato dell’arte [potremmo dire] della diffusione del digitale nel sud europa nell’anno 2017.

Il lavoro è molto utile, e ci informa sul tasso di penetrazione dei differenti canali e devices utilizzati e lo fa per singola nazione, ma non solo.

Uno strumento importante per conoscere il mercato di riferimento e la sua maturità digitale, indispensabile ad ogni responsabile marketing che vuole avvicinarsi ad un determinato paese cercando di cogliere le differenze di utilizzo dei differenti strumenti e le differenze nell’approccio alla rete.

Giusto per fare un esempio, tutti oggi credono che Facebook sia al mondo la piattaforma migliore tra i social network per promuovere prodotti e fare advertising, nulla di più sbagliato, specialmente se si considerano paesi come la Russia (dove si utilizza un social network differente che ha la penetrazione doppia rispetto a Facebook e che è vk.com). lo stesso vale per il motore di ricerca preferito, in Russia non è google ma Yandex

Lo stesso potremmo dire per i marketplaces: il più diffuso in occidente è amazon (che continua a crescere) ma non in Asia, che è la parte del mondo nella quale cresce maggiormente l’utilizzo del digitale per la vendita e l’acquisto di prodotti, dove si sono sviluppate piattaforme di instant messaging fanno anche da player nel mercato delle vendite con il mobile commerce ( che per questioni che potrete approfondire in questo articolo: Whatsapp e la strategia di facebook per il futuro nel business dell’istant messaging) che si è sviluppato in maniera differente a livello di business e che vede player di una certa “consistenza” quail ad esempio Wechat e Line

Dunque fare attenzione al mercato di riferimento e studiarne le caratteristiche è una delle cose importanti che devono essere fatte prima di sviluppare una strategia mirata, conoscere le specifiche modalità d’uso della rete, la differenza tra l’uso del mobile e il desktop, o nella adozione di un determinato social network rispetto ad altri, ad esempio, può fare la differenza tra una strategia vincente perché “studiata” ed una perdente perché sviluppata partendo da informazioni inesatte a dire poco confuse per quel singolo mercato.

Detto questo, Buon Business

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *